0

Diritto Comparato dello Sport tra Brasile, Spagna e Italia

Posted by José Flávio Santos de Carvalho on 10:45
Sabato 11 Gennaio


Quest'anno, il 2014, il pallone rotolerà sul serio sui prati del Paese dei colori verde, giallo, blu e bianco. Inseguendo il pallone ci saranno diverse nazioni, desiderosi di sollevare la coppa del campionato. Allora, visto che il calcio sarà uno degli argomenti dominanti del Paese, niente meglio che iniziare quest’anno a discutere sulla suddetta questione. Ed è esattamente questo che ha fatto la Sottosezione numero 3 dell’Ordine degli Avvocati del Brasile, nella città di Campinas – Brasile.





Tale organo, attraverso il presidente della Commissione di Diritto dello Sport di Campinas, Dr. Leonardo Andreotti de Paolo de Oliveira, ha proferito un seminario sull’ATTUALITÀ DEL DIRITTO COMPARATO DELLO SPORT - BRASILE, SPAGNA E ITALIA. L'evento, che ha avuto luogo il 07 gennaio, dalle ore 14h alle 17h si è tenuto presso l'auditorium del TED XVII (Tribunale di Etica Disciplina), che si trova in Avenida Francisco Glicério, 1110, nel centro di Campinas. Il Dr. Leonardo Andreotti ha moderato l'evento che ha avuto come relatori i seguenti specialisti avvocati in materia di Diritto dello Sport: Dr. Gustavo Normanton Delbin (Presidente del “IBDD” - Brazilian Sports Law Institute), il Dr. Luiz A. Fernandes Marcondes (Presidente dell'Istituto Iberoamericano di Diritto dello Sport), il Dr. Mario Vigna (Procuratore Antidopping del Comitato Olimpico Nazionale Italiano) e il Dr. John Henry Chiminazzo (Avvocato di Buonsenso del “Football Club”).

L' evento è stato aperto con il Dr. Leonardo, che ha ringraziato la presenza dei relatori e del pubblico, composto, sopratutto di avvocati. Di seguito, il moderatore ha invitato le autorità presenti a prendere posto nella tavola rotonda, seguendo la seguente ordine: Dr. Gustavo Delbin (Presidente IBDD) Dr. Francisco Jordani (Giudice della XV regione del TRT-Tribunale regionale del lavoro), Renata Melo, (in rappresentanza del Presidente del Comitato di Diritto dello Sport della OAB - São Paulo, il Dott. Patrick Pavan); Marcelo Valdir Monteiro (Vice-presidente della OAB Campinas e presidente dell'Associazione degli Avvocati di Campinas e regione).

"Buon pomeriggio a tutti. Il mio nome è Marcelo Monteiro sono il vice presidente dell'Ordine degli Avvocati del Brasile, sottosezione 3/Campinas. E' con grande piacere che diamo inizio alle attività culturali ed accademiche, quest'anno di 2014, augurando a tutti uno splendido anno nuovo... Mi congratulo anche con la Commissione di Diritto dello Sport sul dibattito che si terrà oggi. La Commissione, presieduta dal Dr. Leonardo Andreotti, ha lavorato molto intensamente..." In questo modo, il Dott. Marcelo ha fatto la sua presentazione parlando anche a nome del Presidente della OAB - Campinas, il dottor Daniel Blikstein, dando inizio, di fatto al dibatito.




Nella sua eccellente presentazione dell’argomento, il romano, Dr. Mario Vigna, ha parlato sul funzionamento del sistema di controllo di dopping, in Italia. Successivamente, il Dr. Gustav Delbin ha fatto un’analogia con il sistema del dopping in Brasile. Il Dr. Luis Marcondes, ha affrontato la questione della questione della giustizia del lavoro tra il Brasile e la Spagna e, infine, il dottor John Henry Chiminazzo ha affrontato temi di attualità nel diritto dello sport brasiliano.

Durante l’evento, molto si è discusso sul tema dello sport nazionale ed internazionale durante, tuttavia, credo che il seminario potrebbe essere riassunto nelle parole di Alvaro de Melo Filho, tratte del suo libro, Il Nuovo Diritto dello Sport: "Si segnali, preliminarmente, che lo sport è, soprattutto, una creatura della legge: In realtà, non c'è un’unica attività umana che utilizza tanto il diritto come lo sport: i codici di giustizia sportiva, le regole delle partite, i regolamenti delle competizioni, le leggi di trasferimenti di atleti, gli statuti ed i regolamenti delle organizzazioni sportive, i regolamenti antidoping, le norme di prevenzione e repressione della violenza associati con lo sport , insomma , senza queste regolamentazione, lo sport sarebbe caotico e disordinato, dinnanzi la mancanza di norme e di regole per stabilire chi vince e chi perde".
Per quanto riguarda l'oggetto del Diritto dello sport, in generale ed a livello internazionale, esprime così l'autore Dimitrios Panagiotopoulos, in un articolo pubblicato nella Rivista brasiliana di Diritto dello Sport, nella seconda metà del 2002: "La vita sportiva, lo sport e la comunità sportiva e le attività fisiche sono regolate da un intero corpo di leggi, norme giuridiche che disciplinano la natura delle istituzioni sportive, dello sport e delle attività fisiche, la partecipazione in esse, il rapporto sportivo tra l’individuo e l’attività legale, i problemi derivanti dagli eventi sportivi.

Questo sistema costituisce la giustizia applicabile allo sport e alle attività sportive.”

...

A livello internazionale, le norme che delineano la giustizia sportiva sono quelle organizzazioni governative (UNESCO) e le regole stabilite nel trattati internazionale e documenti relazionati agli sport e alle attività competitive e di educazione fisica e trattati competitivi, nonché le norme di autorità non governative, così come alle regole dalle autorità non governative come, per esempio, federazioni internazionali sportive e il Comitato Olimpico Internazionale, riguardo alle questioni relative ai Giochi Olimpici".


(Traduzione: Leandro Moura da Silva – Avvocato. Attaché dell'Ambasciata del Brasile a Roma, Dottorato in Diritto Internazionale ed Europeo presso l'Università di Roma Tor Vergata).

0 Comments

Postar um comentário

Copyright © 2009 Cottidianos All rights reserved. Theme by Laptop Geek. | Bloggerized by FalconHive. Distribuído por Templates